Ca' Foscari per il Giappone

Uni VE
10-11 aprile 2011. Una due giorni di solidarietà per raccogliere fondi.

 VENEZIA - L'Università Ca' Foscari ha organizzato, per il 10 e l'11 aprile, una serie di manifestazioni volte a esprimere la solidarietà al Giappone a un mese dal sisma e dallo tsunami dell'11 marzo.

L’ateneo ha organizzato tale iniziativa, accogliendo le numerose richieste giunte dalle esperte di lingua giapponese, dai docenti e da moltissimi studenti dell'Ateneo. I fondi che saranno raccolti nel corso delle giornate dedicate al Giappone, assieme a ciò che sarà versato su un apposito conto indicato nel sito di Ateneo, verranno devoluti alla provincia di Fukushima, duramente colpita anche dall'incidente alle centrali nucleari.

La prima delle giornate dedicate al Giappone si terrà nel cortile di Ca' Foscari, che resterà aperto nel pomeriggio di domenica 10 aprile dalle 15.00 alle 19.00 per ospitare un mercatino e altre attività di beneficenza organizzate dalle docenti di madrelingua giapponese. Ci saranno workshop di origami, calligrafia, vestizione kimono con foto ricordo, dimostrazioni di iaido, introduzione al gioco del go, videolettera e message board, mostra fotografica sul Giappone, dimostrazioni arti marziali, coro studentesco, competizione cosplay.

Sarà inoltre allestita la mostra fotografica di beneficenza "Help Japan" (foto di Andrea Piovesan), offerta dalla First Star Production che resterà aperta sino a venerdì 15 aprile e una mostra di beneficenza di bonsai.

L’iniziativa che chiuderà la giornata sarà alle ore 17.00 ilconcerto del noto gruppo musicale veneziano "La mente di Tetsuya" specializzato in sigle italiane dei cartoni animati giapponesi, con ingresso su invito.

Per tutte le informazioni giapponeday@unive.it

La manifestazione "Ca' Foscari per il Giappone"proseguirà lunedì 11 aprile presso l'Auditorium Santa Margherita, a partire dalle ore 14.00, L’iniziativa, voluta per sensibilizzare le comunità locali a sostenere una campagna di solidarietà pro Giappone, ha incontrato il favore del Comune di Venezia, di Confindustria Venezia e Regione del Veneto.

A fare gli onori di casa il Rettore Carlo Carraro che ospiterà l'Ambasciatore del Giappone in Italia Hiroyasu Ando, l'Ambasciatore d'Italia in Giappone Vincenzo Petrone che, in collegamento da Tokyo, interverrà portando la sua testimonianza. Parteciperanno inoltre l’Assessore alle Attività Produttive del Comune di Venezia, Antonio Paruzzolo, Stefano Beltrame (Consigliere Diplomatico del Governatore Zaia) e Luigi Brugnaro (Presidente di Confindustria Venezia). Seguiranno gli interventi di tre docenti di Ca' Foscari (Paolo Calvetti, Rosa Caroli e Aldo Tollini) e di studenti che si trovavano in Giappone al momento del sisma dell'11 marzo e che forniranno le proprie testimonianze dirette. Ricordando l’accaduto, illustreranno le misure di protezione adottate in Giappone in caso di cataclisma naturale, la reazione dei residenti, la situazione attuale e il lavoro in atto per la ricostruzione cercando di integrare le informazioni parziali o sensazionalistiche che i media italiani hanno fornito sull’evento.

Nel corso del pomeriggio verranno proiettati dei video nel ciclo J-LOOP a cura di Jacopo Acqua e Luca Pili.

Ca’ Foscari vanta un Dipartimento che raccoglie il più alto numero di studenti in Italia che si specializzano in studi di nipponistica e mantiene da anni stretti vincoli con il Giappone grazie all’insegnamento che quotidianamente si esplica nelle sue aule della lingua, letteratura e cultura giapponese, grazie ai molteplici scambi di docenti e ricercatori e all’intensa attività di ricerca sull’Estremo Oriente, oltre a rapporti consolidati con alcune tra le più prestigiose università di Tokyo e del paese.

Per questo l’ateneo cafoscarino intende coinvolgere in quest’iniziativa le realtà locali, la cittadinanza e le istituzioni che intrattengono con il Giappone importanti relazioni di collaborazione commerciale e culturale, con lo scopo di esprimere fattivamente la propria vicinanza a questo paese, offrendosi come tramite efficace per un tangibile aiuto alla popolazione colpita dal sisma.

I privati e le Associazioni che vorranno partecipare alla campagna di solidarietà “Ca' Foscari per il Giappone" potranno versare i loro contributi sul conto corrente bancario che verrà attivato a questo scopo dall’ateneo.

Tutti i fondi verranno devoluti alla provincia di Fukushima (Fukushimaken saigai taisaku honbu).