Photos around the Rock

Dal 18 dicembre 2010 al 9 gennaio 2011

 “Il rock’n'roll è la forma espressiva più schifosa, brutale e malefica, unafrodisiaco pestilenziale, la musica preferita di tutti i delinquenti della terra” F. Sinatra.
Il prossimo 18 dicembre al Bar Sartea di Vicenza si inaugura “Photos around the Rock”, una mostra che raccoglie gli scatti Francesco Zanet, Alessio Furlan, Michela Dal Forno, Henry Ruggeri, Daniele Pensavalle, 5 fotografi con la passione comune per la fotografia ai grandi del rock. 
L'esposizione raccoglie circa 50 immagini lungo un percorso che attraversa più di vent'anni di storia del più influente genere musicale del secolo scorso, in una collezione di scatti catturati nel corso di esibizioni dal vivo in tutta Europa e negli Stati Uniti. Un racconto corale ma allo stesso tempo intimo e personale che parla di
viaggi, visioni, suoni e passione. David Bowie, Iggy Pop, Ramones, Oasis, Placebo, Coldplay, Franz Ferdinand, Morgan, Carmen Consoli e molti altri gli artisti ritratti, in una raccolta di istantanee che rappresentano storie, emozioni, atmosfere e differenti modi di interpretare e di vivere la performance musicale e, dall'altro lato, l'esperienza del concerto.
La mostra, itinerante, al Sartea fino all'11 gennaio 2011, ogni mese sarà trasferita in una città diversa, all'interno di locali che, a loro modo, comunicano storie altrettanto uniche per il proprio luogo di appartenenza, dove il rock e le rockstar di passaggio, hanno lasciato il proprio segno sui muri.
Le prossime tappe, tutte venete, sono previste a Pagnano d' Asolo e a Treviso, e prossimamente a Verona e Venezia.
Non c'è dubbio che la fama ed il successo del rock n'roll siano determinati non solo da sound aggressivo e chitarre distorte, ma anche e soprattutto da un'immagine inconfondibile. Se le rockstar sono, nell'immaginario collettivo, dei veri e propri eroi della mitologia contemporanea, nulla è più efficace
dello sguardo dei fans per poter testimoniare la profonda fascinazione che essi esercitano sulle folle. “Photos around the rock” racconta l'immortalità ed il carisma di miti di oggi consegnati alla storia attraverso l'obiettivo della macchina fotografica, ed in primis attraverso lo sguardo del fan che ne interpreta il divismo, con l'affetto ed il proprio profondo modo di vivere il legame con l'artista. Un percorso di suoni e visioni che raccoglie e racconta le luci e le ombre del rock, ma anche la storia personale di cinque fotografi
attraversati dal sacro fuoco della musica più travolgente e rivoluzionaria del novecento.

Francesco Zanet (Udine) : Nato a Spilimbergo in provincia di Pordenone nel 1984. Si occupa di musica e
giornalismo, fotografia concettuale commerciale e pubblicitaria “on-location”. Esperto in servizi multimediali e fotografici. Mi occupo attualmente dei più grossi eventi musicali friulani / veneti come fotografo ai concerti di Azalea Promotion / LiveNation / Virus Concerti / Folkest e di recente Heineken Jammin Festival. Istintivo, diplomatico, dinamico, versatile e ottimista. Mi piace rapportarmi con la folla… Riordino nei miei scatti la confusione intorno a me.

Alessio Furlan (Venezia) : 32 anni, nonostante fin da piccolo fosse affascinato dal mondo delle ottiche
solo a 23 anni acquistò la sua prima fotocamera. Una vera e propria folgorazione che si sviluppò man mano che si rendevano più chiare le possibilità espressive che poteva dare questo mezzo. Questa passione da allora è stata coltivata in modo quasi morboso ed autonomo attraverso lo studio sia della tecnica, necessaria e basilare ereditata dai fotografi “a pellicola”, e sia dei moderni strumenti per la gestione dei file in modo dapoter sfruttare tutte le potenzialità date dalle moderne fotocamere digitali. Opera prevalentemente nel mondo dello spettacolo, moda e reportage.

Michela Del Forno (Siena) : Nata a Udine nel 1972, dopo la laurea in Lingue e letterature Straniere a
Venezia ho lavorato in Italia e all’estero nell’organizzazione di eventi. Mi sono avvicinata al mondo della fotografia nel 1995. La natura e i luoghi che ho visitato hanno costituito il primo soggetto verso cui ho rivolto l’interesse e l’obiettivo. Nel 2003, complice l’amicizia con il fotografo toscano Carlo Carletti, mi sono appassionata della fotografia di reportage in bianco e nero e ho iniziato una ricerca sia dal punto di vista tecnico che espressivo. Fotografo professionalmente dal 2006 specializzandomi nella fotografia di
reportage di eventi. Amo fotografare la musica, mi da la possibilità di fondere due mie grandi passioni, di esprimere attraverso il senso visivo, un altro senso. La fotografia è ritmo, espressione, luce, è lo strumento che mi permette di cogliere cio’ che piu’ al mondo è libero, la musica.

Henry Ruggeri (Macerata) : Classe 1966, inizia a fotografare per conoscere i suoi idoli i Ramones. Spacciandosi da fotografo di una rivista dell’epoca H/M, riesce ad entrare nel backstage… era il 7 Maggio 1989 e da quel giorno non ha piu’ smesso. Fotografo storico di Raro!, rivista di colezionismo e cultura musicale in edicola dal 1988, con cui collabora da molti anni, ha fotografato live molti grandi della musica (U2, Rolling Stones, Vasco, Madonna, REM, Bruce Springsteen, James Brown ecc.) Vanta decine di copertine nazionali e centinaia di pubblicazioni anche con altre riviste quali EMOZIONI, BACKSTAGE, Spot Week, Metal Maniac, Metal Shock, Blast, Mucchio Selvaggio, Eddies ecc… Negli ultimi anni, oltre ai reportage dal vivo e’ apprezzato per i suoi posati in bianco e nero.

Daniele Pensavalle (Vicenza) : Classe 1968, inizia a fotografare grazie alla passione che nutre nei confronti di David Bowie. Molti i suoi concerti visti: 33, quando ancora la pellicola e le dia la facevano da padrone nella tecnica fotografica. Dal 2000 proprietario di Sound & Vision Magazine segue i maggiori eventi e concerti. Non si definisce un fotografo professionista, ma un paparazzo del rock.

Scheda Evento

Location:
Sartea, Corso S. Felice e Fortunato - VICENZA
Contatto:
Sound & Vision Magazine