Il Secolo del Jazz. Arte, cinema, musica e fotografia da Picasso a Basquiat al Mart di Rovereto

Verniss@ge
[img_assist|nid=15877|title=|desc=|link=none|align=left|width=130|height=130]Rovereto (TN) - Inaugura venerdì 14 novembre al Mart di Rovereto la mostra Il Secolo del Jazz. Arte, cinema, musica e fotografia da Picasso a Basquiat che proporrà al visitatore un tema nuovo per la museografia italiana e dunque di grande interesse culturale: la relazione tra arte e musica.
L’esposizione è organizzata intorno a una timeline che si sviluppa nel corso degli anni presentando puntualmente dischi, partiture e documenti storici significativi che saranno il filo rosso della mostra.

E si amplia dedicando ai principali protagonisti delle arti visive[img_assist|nid=15878|title=|desc=|link=none|align=right|width=488|height=640] specifiche sezioni storiche che ripercorrono le più importanti tappe dello sviluppo della musica jazz. Dalle opere dei grandi artisti del ‘900 come Henri Matisse, Jackson Pollock, Mondrian o Jean-Michel Basquiat, alle creazioni artistiche degli autori della Harlem Renaissance come Winold Reiss, Palmer Hayden e Archibald Motley, Jr., passando per i lavori del periodo della Free Revolution, come The Block II di Romare Bearden, fino a testimonianze documentarie eccezionali come i Soundies, gli antenati dei videoclip girati tra gli anni Trenta e Quaranta.

Ricche sezioni saranno dedicate alla fotografia, presentando grandi maestri come Carl van Vechten, Herman Leonard, William Claxton, Lee Friedlander, Giuseppe Pino, Roberto Masotti e Guy Le Querrec. La grafica e l’ illustrazione avranno una presenza significativa nella mostra: un’ occasione eccezionale per vedere alcuni artworks originali di album fondamentali nella musica del ‘900 e in particolare una sezione dedicata alla nascita della copertina del disco. La mostra documenta infine, con un occhio di riguardo, il sodalizio tra il jazz e il cinema: quello d’animazione, ma anche quello sperimentale, rappresentato da una selezione di capolavori di Norman McLaren, Charles e Ray Eames e da altri grandi protagonisti della cinematografia dedicata al jazz.
[img_assist|nid=15875|title=|desc=|link=none|align=right|width=640|height=640] L’esposizione è co-prodotta dal Mart con il Museé du quai Branly di Parigi e il Centro de Cultura contemporànea de Barcelona. E’ a cura di Daniel Soutif, con la direzione scientifica di Gabriella Belli e con i preziosi contributi di Heléne Cerutti per il quai Branly e di Josep Ramoneda, presidente del CCCB.
Come è tradizione dei grandi eventi espositivi autunnali del museo, anche questa mostra vuole aprire un approfondito dibattito critico su uno degli intrecci epocali più curiosi e interessanti del XX secolo: il jazz non fu infatti solo uno straordinario genere musicale, che rivoluzionò i canoni tradizionali della musica, ma rappresentò anche un nuovo modo d’essere della società del ‘900 e un fenomeno che influenzò profondamente la storia artistica del secolo scorso.
L’esposizione si articola in diverse sezioni a tema, che raccontano l’incontro del jazz con la pittura, la fotografia, il cinema, la grafica, il fumetto: un incontro incredibilmente fecondo e in alcuni casi di un’intensità reciproca del tutto inedita per un fenomeno musicale.

Dal 14 novembre 2008 al 15 febbraio 2009

MART, Corso Bettini 43 - Rovereto (TN)

Il Secolo del Jazz. Arte, cinema, musica e fotografia da Picasso a Basquiat

A cura di Gabriella Belli, Joseph Ramoneda, Daniel Soutif

Vernissage: venerdì 14 novembre, alle ore 18:00 su invito

Orario: 10 - 18; Venerdì 10 - 21; Lunedì chiuso

Biglietti: Intero 10 euro, Ridotto 7 euro, scolaresche: 1 euro per studente

Info: tel. 0464438887
info@mart.trento.it
www.mart.trento.it