I Paesaggi nel Novecento di Boris Pahor e Lojze Spacal fino al 31 gennaio a Muggia e Capodistria

Pocket News

TRIESTE – Resterà visitabile fino al 31 gennaio, a Muggia e Capodistria, il percorso espositivo Boris Pahor – Lojze Spacal. Paesaggi nel Novecento, avviato mercoledì scorso a Muggia con l’inaugurazione della prime due mostre e con la prima assoluta dell’allestimento diretto da Giorgio Pressburger, su testi di Boris Pahor presentati in lingua italiana e slovena.

Due sedi, sul territorio italo-sloveno, per restituire il dialogo intessuto nel tempo dai due Maestri: costruendo un percorso tra i paesaggi della memoria, del ricordo, della speranza dei due artisti, e lo spazio fisico nel quale esso si snoda. In particolare, nel Museo Carà di Muggia sono esposti alcuni lavori fondamentali del primo periodo dell’artista. Si tratta di quadri ad olio del realismo magico , dell’impegno sociale e del paesaggio nell’immediato dopoguerra. Tra le opere in mostra si segnalano Campo di concentramento, Crematorio in Risiera, Ferriera e Tram in città. Il grande arazzo Città costiera si inserisce in maniera pertinente nella pregevole architettura del museo. La mostra nella sala Negrisin di Muggia è invece incentrata sulla produzione grafica di Spacal e nella galleria La Loggia di Capodistria si possono ammirare dipinti ad olio di carattere sociale ma anche paesaggistico e di interni. E’ imminente, inoltre, l’uscita del catalogo del progetto, che si prefigura davvero imperdibile per la portata dei contributi proposti e intrecciati intorno ai due artisti Boris Pahor e Lojze Spacal: gli interventi critici si alterneranno a una selezione dei testi presentati in occasione dell’allestimento teatrale prodotto dal progetto per la regia di Giorgio Pressburger, e saranno integrati dalla documentazione fotografica dei percorsi espositivi e dell’evento teatrale. Il catalogo verrà presentato nel mese di gennaio a Muggia e Capodistria.

Info: Servizio cultura e promozione del Comune di Muggia

tel 0403360340/343/341

www.benvenutiamuggia.eu