Fluxus Garage

Giornata del Contemporaneo 2010

Dal 9 al 22 ottobre 2010

Itinerari 80 è il movimento culturale che ha continuato lo spirito Fluxus in Venezia. Una città ingessata dalla piccola politica dell’ordinario, dai piccoli giochi da parte di chi vede nel ponte di collegamento alla terraferma una soglia spazio temporale per evidenziare la frattura con il resto del mondo. Ma il movimento non è solo alla base della vita biologica ma anche di quella culturale. Con questo nuovo appuntamento lo ribadiamo.

Itinerari 80 è il movimento che ha decretato la fine dell’austerità culturale in Venezia. In una Venezia che aveva rinunciato al suo ruolo di capitale di eventi accettando quello più facile, meno impegnativo di vetrina. Una Venezia delle non scelte. Ignorando movimenti come Fluxus. Infatti la Biennale del 1990 relegava Fluxus alla Giudecca isola che per l’ennesima volta ribadiva la negatività del suo nome. Itinerari 80 si è posto come continuazione naturale di Fluxus con artisti e situazioni espositive che andavano incontro all’uomo e non certamente al sistema. Quelle che potevano sembrare semplici reazioni convulsive hanno dimostrato nel tempo continuità, varietà, originalità coinvolgendo artisti di tutti i generi e latitudini ma impegnati solo nel significante. Ora con la Sesta Giornata del Contemporaneo sottolineano non soltanto con un semplice titolo ma con presenze concrete del nostro tempo che non è quello del rimpianto alla ricerca di emozioni passate ma quello di un futuro che è da sempre costantemente presente. Una condizione naturale per noi ma non per coloro che tendono naturalmente al passatismo come unica variabile possibile. Ma il concetto di divenire, di movimento era stato troppo in fretta causa di rimozione grazie alla complicità di avvenimenti in così rapida evoluzione da stordire il modo di pensare e le nuove aspirazioni. Purtroppo gli organi istituzionali, ufficiali sono quelli che più di ogni altro sistema si oppongono all’evoluzione naturale. E’ così che le nostre città sono piene di brutture causate dalle contraddizioni e dalla miopia di chi è spesso adibito alle scelte. Una dittatura che si sostiene con una catena di mediocrità al ribasso che non sono più tollerabili. Ubi fluxus ibi motus.
 

Scheda Evento

Location:
Garage N. 3 Gallery, Via Cavallotti 83b - VENEZIA
A cura di:
Tiziana Baracchi, Giancarlo Da Lio
Tel.:
041938033