Interlocutori dell’imperfetto

Ma dici a me? - Spazi pubblici di arte contemporanea in Friuli Venezia Giulia

Dal 19 marzo al 1° maggio 2011

Sabato 19 marzo 2011 in Villa di Toppo Florio a Buttrio si inaugurerà la mostra Interlocutori dell’Imperfetto che proporrà i lavori di Matteo Attruia, Carlo Bach, Ilaria Bortolussi, Claudia Cavallaro, Beppino De Cesco, Stefano Graziani, Alessandro Ruzzier, Serse, Michele Spanghero, Cristina Treppo.

 

Alle 18 l’ormai tradizionale incontro con gli artisti ed il curatore Paolo Toffolutti e alle 19.00 l’inaugurazione ufficiale, cui farà seguito un party caratterizzato da immagini tratte da film dell’avanguardia sovietica messi a disposizione dall’archivio di Cinemazero di Pordenone e allestite in vj set a cura di Roberto Leonarduzzi, che si relazioneranno a un dj set proposto dal circolo Nofun di Udine con dj Kireevskij.!

 

Nello spazio storico del progetto SPAC, cui si sono aggiunti per l’occasione i locali appena restaurati che ospiteranno il futuro Museo del Vino, si propone la mostra degli Artisti Giovani che, a prescindere da ragioni anagrafiche, possono essere tali di nome o di fatto. Di certo sono già comprimari del sistema dell’arte – e alcuni da lungo tempo – per aver prodotto numerose opere e avere all’attivo diverse mostre.

 

Appartengono a tre generazioni: quella che si approssima ai trenta, quella che si colloca nella fascia intermedia dei quaranta/cinquanta e quella di coloro che sono più vicini ai sessanta e, pur nella diversità delle attitudini, sono accomunati dall’idea della presenza dell’irrisolto, dell’incompiuto, dell’imperfetto, l’idea di dover ancora cercare qualcosa che deve essere trovato.

 

E’ tratto comune anche la rinuncia a produrre un’esperienza di artigianato artistico per procedere ad esplorare “sentieri interrotti” e non v! isitati. Possono essere definiti una nuova avanguardia che opera sul territorio e si oppone ad una generazione di validi artigiani non artisti.

 

Sono loro, poi, che – consapevoli di quanto, nell’arte come nella vita, la responsabilità di ciascuna generazione verso il lacito delle precedenti e l’eredità delle future sia imprescindibile – accompagneranno, da tutor, i giovani artisti che si iscriveranno al concorso Ho avuto anche troppa pazienza.

 

E sono sempre loro che indicheranno i 10 temi del concorso, individuando un aspetto irrisolto del proprio lavoro di ricerca, un contenuto che ritorna e, non trovando soluzione, tende a riproporsi in modo perturbante. Di questo nucleo irrisolto parleranno anche nelle 4 conferenze pubbliche del ciclo Con chi credi di parlare tu? in Sala Ajace a Udine ogni venerdì alle ore 18.00 a partire dal 18 marzo.

Scheda Evento

Location:
Spac c/o Villa Di Toppo Florio - Buttrio (UD)
A cura di:
Paolo Toffolutti