L’architetto iraniano Mohammad Mansour Falamaki a Treviso ospite della Fondazione Benetton

Pocket News

TREVISO - Gli Spazi Bomben della Fondazione Benetton di Treviso propongono, nell’auditorium  due incontri con l’architetto iraniano Mohammad Mansour Falamaki: mercoledì 20 aprile alle ore 18 una conferenza pubblica, dal titolo La formazione architettonica e le radici territoriali del giardino persiano, sui beni culturali dell’Iran, in particolare sui siti archeologici e i giardini storici.

E giovedì 21 aprile, dalle ore 10:00 alle 13:00  un seminario (a prenotazione obbligatoria), coordinato da Domenico Luciani, Comitato scientifico della Fondazione Benetton, sui Problemi di rivitalizzazione del patrimonio storico-architettonico dell’Iran.

Intellettuale di grande spessore, docente presso numerose Università in Iran, Falamaki è un esperto di fama internazionale sui temi del restauro monumentale, la conservazione dei beni storici e il giardino persiano. La sua presenza in Fondazione permetterà di approfondire la conoscenza di un ambito culturale di rara ricchezza, di un’area geografica che è stata culla della nostra civiltà, ora troppo spesso identificata solo con questioni geopolitiche che allarmano il pianeta intero. Sarà quindi particolarmente interessante riscoprire la ricchezza della civiltà persiana e conoscere i temi della conservazione e valorizzazione dei beni culturali nel paese asiatico, ritornando tra l’altro a un ambito geografico in qualche misura attraversato dal Premio Internazionale Carlo Scarpa per il Giardino del 2010, dedicato a Dura Europos in Siria.

 Mohammad Mansour Falamaki (Mashhad, Iran, 1934) ha un curriculum di studi che lo lega all’Italia, essendosi laureato all’Università di Venezia, dove ha anche insegnato, conseguendo ulteriori specializzazioni a Milano e Roma. Ha sviluppato numerosi piani urbanistici di città iraniane, oltre a piani di recupero di aree urbane, tra cui si segnalano le città di Shiraz, Jupar, Qazvin, e il quartiere Javadieh di Teheran. Numerosi gli incarichi accademici e la partecipazione a comitati internazionali, tra cui l’icomos (International Council on Monuments and Sites), di cui è stato rappresentante per l’Iran dal 1971 al 1979. Tra le numerose pubblicazioni si segnalano: Rivitalizzazione di monumenti e siti storici (1951); Esistenza e futuro delle città storiche (1971); Esempi di recupero urbanistico, da Venezia a Shiraz (1978); Origini teoriche e tendenze dell’architettura (1992); Restauro urbano (2005); Il rispetto dei beni culturali in Iran (2005); Tecnologie per il restauro architettonico (2008).

Mercoledì 20 aprile 2011, ore 18:00

Spazi Bomben della Fondazione Benetton, via Cornarotta 7 - TREVISO

Mohammad Mansour Falamaki - La formazione architettonica e le radici territoriali del giardino persiano

Giovedì 21 aprile 2011, dalle ore 10:00 alle 13:00

Spazi Bomben della Fondazione Benetton, via Cornarotta 7 - TREVISO

Seminario Problemi di rivitalizzazione del patrimonio storico-architettonico dell’Iran

con Mohammad Mansour Falamaki

coordinato da Domenico Luciani, Comitato scientifico della Fondazione Benetton

Prenotazione obbligatoria

Info: Fondazione Benetton

tel. 0422.5121

info@fbsr.it

www.fbsr.it